Ultime News

Leggi le ultime news del mondo Easy Market

International Remote Account

Easy Market è alla ricerca di una persona motivata ed intraprendente da inserire nell’Ufficio Commerciale a supporto

14 marzo, 2019
Sales Support

Easy Market è alla ricerca di una persona motivata ed intraprendente da inserire nell'Ufficio Commerciale per il mercat

13 marzo, 2019
Sales Account Serbia

The contract and the remuneration will be defined during the interview based on the experience of the candidate, in any

7 marzo, 2019

Cosa stai cercando?

Scrivi semplicemente la tua parola chiave e ti aiuteremo a trovare quello che stai cercando.

+39 0541 79 75 10

Lun - Ven 9.00 - 20.00. Sab 9.00 - 13.00

 

PARTIPERUNVIAGGIO: La III tappa

PARTIPERUNVIAGGIO: La III tappa

Il viaggio

Un viaggio non una vacanza: Un’avventura unica alla scoperta di una terra affascinante e misteriosa

Easy Market, in collaborazione con Promperù, ha scelto due Agenti,
Agnese e Serena, come reporter, per raccontare la loro straordinaria esperienza in Perù.
Un viaggio emozionale, che attraverso le immagini e le parole delle due inviate speciali, ci farà conoscere luoghi unici al mondo e molto di più…
Ci racconteranno: tappe, strutture, mete che visiteranno e condivideranno con noi scatti, video ed emozioni!

I luoghi, la cultura e le trazioni di un paese affascinante e ricco di storia!

Da Arequipa… A Puno

Alla scoperta dei luoghi leggendari, incontro di cultura, arte e tradizioni

Visita alle isole degli Uros

Una giornata speciale sul Titicaca e i suoi meravigliosi villaggi galleggianti

Da Puno a… Cusco

Un’altra straordinaria avventura tra villaggi, lama, alpaca e molto di più…

#Partiperunviaggio Tappa III Puno fino a … Cusco

19- 20 Luglio 2016 – Giorno V -VI

Puno!… E il lago Titicaca

Che meraviglia, non si riesce neanche a descrivere tutto quello che questa giornata è stata per cuore ed occhi!

Oggi, da una comunità isolata su un promontorio del Titicaca abbiamo imparato tanto. Forse quando avremo assimilato l’emozione riusciremo a raccontarvelo con le giuste parole… Per ora usciamo per le vie di Puno, frizzante cittadina il cui centri storico pare essere “una bolla” in cui i turisti possano girare tranquilli…

È già 20 oggi, ma approfittiamo delle lunghe ore di pullman da Puno a Cuzco per racimolare ricordi e sentimenti di ieri e buttarli giù.
Mentre Lima è da considerarsi la Perù cittadina e caotica, Arequipa la Perù coloniale, Puno è di sicuro la Perù sociale, dove, sopratutto sul lago Titicaca, si vive seguendo 3 semplici regole: non rubare, non mentire, non oziare. Ed è cosi che le comunità delle isole galleggianti ma sopratutto di Tequipe, riescono a convivere senza farsi sopraffare dalla modernità che avanza.

Gli Uros, arcaiche genti “di fiume” che vivono ancora di scambi commerciali, il cui letto è fatto da mucchi do “totora“, il cui fondo delle barche è costruito da bottiglie di plastica riciclate, comunità composte da uomini che di notte pescano e di giorno dormono e donne tuttofare da una parte, o uomini tessitori e donne venditrici da un’ altra..

Sono due le isole visitate ieri, ma l’ immensità del lago le ha allontanate distinguendole parecchio.
Nelle isole galleggianti fatte di giunchi si cibano di “pescado“, di trote che scambiano sulla terra ferma con patate, carne o lana, uomini e donne con il petto largo per remare meglio, per contenere polmoni in grado di sopportare l’ aria rarefatta e per contenere un grande cuore….gambe atrofizzate, corte e grosse per la dissuetudine al camminare, loro si spostano solo sulle loro imbarcazioni fatte di giunco ed abbellite per i turisti, donne dallo sguardo dolce ma deciso pronte a togliere la vita ai loro pargoli soffocandoli con il loro stesso seno se malati.

Nell’ isola più grande invece, “Tequipe“, dalla quale si intravede la Bolivia, hanno ettari di terra da lavorare, bestiame, ed un sindaco, che cambiano ogni due anni, e che ogni domenica fa il punto della situazione.
Qui i bambini che nascono malati vengono considerati risorse e quindi ben integrati.
Circa 3000 abitanti che riescono a portare avanti una comunità lavorando ” tutti per tutti”: a turno le famiglie gestiscono il piccolo ristorante “fronte fiume” e qualsiasi guadagno derivato dal turismo viene diviso tra tutte le famiglie, un vero esempio di vita riconosciuto come patrimonio dell’ umanità per via della tessitura.
Entrambe siamo rimaste stupite nel vedere la spiaggia e il fiume tanto simile al mare, ci sembrava di essere su un’isola del mediterraneo quando scollinando la prima montagnetta abbiano visto ancora acqua, e pecore e il profumo di menta della “mugna“.
Serena ha accusato parecchio il ” mal di altura” e neanche gli svariati Mate di coca parevano essere d’ aiuto. Io, invecem che fino all’ora di cena mi sentivo super energica, ho poi sottovalutato la cosa abbuffandomi con brodo di carne e verdure (piatto tipico di Puno) e bevendo del vino rosso che poi mi hanno tenuta sveglia impegnando il poco ossigeno nella digestione…
Ora sono le 15.30 e stiamo entrando a Cuzco, domani altra giornata di pullman, speriamo bella come quella di oggi!

Video by Serena Fornara

Share